GRAZIE ILARIA!!

E’ mancata solo l’elezione di Ilaria Bonaccorsi. Il resto è stato perfetto, entusiasmante, appassionante.

Gli oltre 53.000 voti complessivi nella circoscrizione centro e le 39.000 preferenze nel Lazio sono un risultato straordinario, un fiume di consensi conquistati a mani nude, strada per strada, ‪#‎unoxuno‬.

Un ringraziamento speciale a ILARIA e a TUTTI quei compagni e compagne che in questa campagna elettorale hanno messo il cuore, tempo, impegno, passione.

Alla prossima sfida. Adelante!!

Viva il Partito Democratico!!

GRAZIE iLARIA

Elezioni Regionali, altri commenti e ringraziamenti non richiesti

Mercato Itri Campagna

I risultati dello scrutinio hanno fatto registrare 1167 voti a mio favore, non sufficienti per entrare nel nuovo consiglio regionale del Lazio. Ritengo comunque di aver conseguito un buon risultato, frutto di una campagna elettorale intensa e appassionante, un impegno con il quale mi sono cimentato per la prima volta e che mi ha dato enormi soddisfazioni politiche e personali. Girando per mercati, piazze, fabbriche, circoli ho avuto modo di conoscere persone, stringere le loro mani, ascoltare i loro problemi provando a dare quelle risposte che spesso, ultimamente, non siamo stati in grado di dare. Non so se sia sempre riuscito nel mio intento, ma ho conquistato i miei voti uno ad uno, senza apparato alla spalle, senza sponsor importanti e con l’esiguità di mezzi economici (abbiamo speso meno di 10.000 euro, tutte le spese affrontate saranno documentate e rese pubbliche a brevissimo), che la situazione del paese avrebbe dovuto imporre a tutti. Come ho avuto modo di dire più volte la mia è stata una campagna elettorale low-cost, senza cene, pranzi, feste di fine campagna, con pochi manifesti (affissi rigorosamente negli spazi consentiti e pagando le tasse dovute) e materiale elettorale ridotto all’osso. Perché è vero che Grillo non va rincorso, ma va sfidato su temi in cui potremmo essere più concreti e credibili di lui, e lo saremmo senz’altro se avessimo solo un tantino di coraggio politico in più.

Sono orgoglioso di aver dato un contribuito all’elezione di Nicola Zingaretti e del risultato ottenuto, che considero un nuovo punto di partenza per continuare le battaglie che da mesi sto combattendo con i miei compagni di viaggio per rinnovare il PD e la politica nel Lazio e in Provincia di Latina.

Infine, desidero ringraziare di nuovo uno ad uno i volontari della mia campagna elettorale per il supporto che mi hanno offerto in queste settimane, è stato per me un’ulteriore spinta per provare a costruire, finalmente, un PD rinnovato e che fa quel che dice.

Adesso ritorno a tempo pieno al mio lavoro e mi prendo anche qualche giorno di meritato riposo dalla politica, il tempo necessario per ricaricare le pile in vista delle nuove sfide che ci attendono e attendono il Partito Democratico nelle prossime settimane.

Giovani, cultura e innovazione le basi per un rilancio dell’economia locale

GiovaniImportanti dichiarazioni del Vicepresidente PD Lazio e candidato PD al Consiglio Regionale  Fabio Luciani in merito al suo programma che lascia uno spazio importante dedicato al rilancio dell’economia locale, del turismo e delle attività giovanili.

<<Vecchio e nuovo possono convivere serenamente>> sono queste le prime parole espresse da Luciani in un discorso importante riguardo giovani, turismo, risorse naturali, commercio e nuove tecnologie.
Il segno della storia scritta per secoli nella nostra zona è tangibile ovunque e rappresenta una testimonianza importante nonché un patrimonio di grande valore per il nostro Paese.

Il Lazio possiede una parte rilevante del patrimonio artistico e culturale italiano, risorse inestimabili che possono essere ulteriormente scoperte e valorizzate perché diventino strumento di crescita umana e motore dell’economia; arte e cultura sono elementi determinanti per formare cittadini liberi e consapevoli, soprattutto laddove condizioni socio-economiche disagiate rendono difficile la crescita culturale delle persone.

Il territorio Provincia di Latina possiede beni culturali, artistici, naturali e paesaggistici unici: parchi naturali, siti archeologici, borghi, monumenti storici, teatri, pinacoteche, musei, archivi, biblioteche sono sotto gli occhi di tutti ma spesso non sono fruibili da tutti. Perché mancano i fondi per aprire le loro porte ai visitatori e per valorizzarli come meriterebbero. O perché non sono portati alla conoscenza di tutti, in quanto le istituzioni, le scuole, le associazioni non riescono a pubblicizzarne l’esistenza – laddove ce ne sarebbe più bisogno tra chi non ha accesso alla cultura e all’arte perché forte è il disagio sociale ed economico.

Anche nel nostro territorio è necessario definire un piano per la riapertura e la fruizione del patrimonio artistico, stanziare i fondi necessari affinché cultura e bellezza siano alla portata di tutti, incentivare la diffusione di iniziative culturali di singoli e di associazioni mettendo loro a disposizione spazi inutilizzati o sottratti alle organizzazioni malavitose, tutelare il paesaggio dall’abusivismo e dal consumo dissennato di suolo: questo sarà l’ impegno da Consigliere Regionale  per il nostro territorio e la Provincia di Latina di Fabio Luciani.
Bisogna valorizzare maggiormente questo gran tesoro che la nostra provincia custodisce ma occorre farlo mettendosi al passo con i tempi.
Rilancio del turismo e delle attività giovanili, questi i due punti che il candidato Luciani affronta nel suo programma.
Numerose sono le proposte per incentivare il turismo e di conseguenza rilanciare le attività commerciali che negli ultimi tempi lamentano sempre meno lavoro.
<< Occorre investire sui giovani del nostro territorio>> sottolinea Luciani, <<sono loro la nostra principale risorsa per costruire un futuro migliore per il nostro territorio>>.
Parliamo dunque di idee innovative, come ad esempio installare reti wi-fi all’interno di stazioni;  allestimento e aggiornamento di nuove Pro Loco che grazie al supporto delle nuove tecnologie possano essere facilmente fruibili afferendo a diverse sfere d’intervento quali turismo, cultura, arte, sport e ancora prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locale, tradizioni popolari; creazione di spazi dedicati alle attività di svago e di intrattenimento come spettacoli musicali, mostre di pittura, fotografia, o qualsivoglia forma di espressione artistica.
Queste idee potrebbero essere veicoli giusti per un rilancio dell’economia locale, per la creazione di nuovi posti di lavoro, per invogliare chi viene da fuori ad investire.
<<Il nostro territorio è ricco di giovani talenti che troppo spesso non trovano un adeguato spazio e  dovute gratificazioni>> prosegue Luciani, <<sono in molti a spostarsi verso altre zone in cerca di una maggiore possibilità di espressione, e credo sia doveroso da parte dell’amministrazione locale fare il possibile per dar loro una mano anziché contribuire ad accrescere in essi un senso di sfiducia ormai dilagante>>.

Un intervento mirato a sostenere i giovani attraverso iniziative di promozione artistica e culturale: è questo a cui Luciani auspica in una futura giunta regionale che si dedichi a politiche che supportino l’imprenditorialità giovanile.

Una vera e propria vetrina  dedicata alla promozione di talenti e creativi per dare una concreta opportunità agli artisti del nostro territorio di farsi conoscere ed invogliare gli under 35 ad investire su se stessi in primis a livello umano e quindi sul piano professionale.

Bisogna rivitalizzare con nuova linfa un terreno attualmente arido.

<<L’intento preciso è di creare un circuito che interessi i comuni della provincia che abbiano la volontà di dar fiducia ai propri ragazzi investendo sulle risorse umane e che condividano il mio pensiero, affinchè si possano posare i pilastri per un futuro migliore concretizzando quelle che per molti sono ad oggi vane speranze>>.
Obiettivi principali, dunque, promozione dell’occupazione giovanile ed incentivare nuove imprese, nonostante la difficoltà economica attuale ma con la prospettiva di una crescita significativa e di una maggiore sensibilizzazione da parte dei giovani nei confronti delle istituzioni.
Perché la reperibilità di personale dotato di talento e creatività rappresenta per l’odierno mondo delle imprese un vantaggio competitivo determinante.

Fabio Luciani

Candidato PD al Consiglio Regionale del Lazio – Collegio Latina

Vicepresidente del PD Lazio

 

La Giusta Amministrazione in Provincia di Latina

Come sono amministrati i nostri territori? Quali benefici hanno avuto i cittadini da anni di governo della Provincia di Latina e della Regione Lazio? Quali politiche sono state messe in campo a favore di cittadini, lavoratori e imprese?

In una Provincia che più di altre soffre della difficile situazione economica accentuata dai tagli indiscrimati e orizzontali dei Governi Nazionali ai danni degli Enti Locali, brillano alcuni Sindaci del Partito Democratico che, tra mille difficoltà, danno prova di buona amministrazione e lanciano un segnale di speranza a tutti i cittadini della Provincia di Latina.

Trasparenza amministrativa, razionalizzazione della spesa, riduzione degli sprechi, tutela del territorio, raccolta differenziata dei rifiuti, assistenza ai cittadini più deboli, servizi alle imprese, valorizzazione dei prodotti locali, investimenti sulla cultura, diffusione di reti e servizi telematici innovativi, lotta alla criminalità e alla corruzione.

Fabio Luciani, Vice Presidente del PD Lazio e candidato del Partito Democratico per la Regione Lazio alle elezioni del 24 e 25 febbraio prossimi, incontra gli amministratori del PD dei comuni della Provincia di Latina, Domenica 10 Febbraio alle 11:00 presso la Sala Verde dell’Hotel Serapo, a Gaeta.

Parleremo con Andrea Campoli, Tommaso Conti, Franco Simeone e Italo La Rocca e Fabio Luciani delle pratiche amministrative migliori grazie alle quali i Sindaci del Partito Democratico offrono protezione e nuove opportunità ai propri concittadini. Discuteremo di come esportare queste esperienze positive su scala più larga e del ruolo dei cittadini nella riscossa civile, democratica ed economica del nostro territorio.

Non mancate!!

 

Manifesto10FEB

Se vuoi puoi, Adesso!

zingaretti lazioBisogna fare piazza pulita del malaffare e della cattiva politica,  Noi lo faremo con Nicola Zingaretti. Un innovatore, un amministratore competente, un uomo politico che riporterà nel Lazio onestà, trasparenza, partecipazione e  speranza nel futuro, per tutti.

Ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni regionali perché non è più il momento della riflessione, della delega in bianco o della paura.  E’ arrivato il momento di cambiare tutto e di restituire la Regione Lazio ai sui cittadini, bisogna spazzare via anni di malaffare e immobilismo.

E’ arrivato il momento di metterci la faccia e di stare al fianco di Nicola Zingaretti per portare una ventata di legalità, moralità, innovazione e buona amministrazione.

Le sfide del cambiamento non si vincono mai da soli.

Per cambiare la politica anche in Provincia di Latina c’è bisogno di Voi Cittadini, delle vostre capacità e del vostro entusiasmo, non si vota solo per me, per qualcosa o qualcuno, ma per tutti noi e per le nostre vite.

Se vuoi puoi, Adesso!!

Per cambiare tutto, ricambio totale.

Un rinnovamento di cui non può farsi carico solo il PD, ma serve il contributo generoso di tutta la coalizione. Esentati solo i radicali, of course!Rinnovamento_La Provincia_FL_Dic2012

Dalla parte della buona politica, anche prima dello scandalo Lazio.

“Il mondo cambia col tuo esempio, non con la tua opinione.” Paulo Coelho

A proposito di costi della Politica e fondi ai gruppi consiliari.

2007-2012.

Nei 5 anni da consigliere comunale a Gaeta non ho percepito uno stipendio, un’indennità di funzione, ne tantomeno una diaria giornaliera o dei rimborsi chilometrici. Unico emolumento è stato un gettone di presenza di circa 17 euro per seduta di consiglio e commissione. Nel 2007 quando si insediò la nostra maggioranza i fondi complessivi destinati ai gruppi consiliare ammontavano a 18.000 euro l’anno. La nostra scelta fu già dal primo anno di ridurre drasticamente quei fondi a 6.000 euro.

La nostra scelta fu dettata dalla mano invisibile della buona politica e non dalla necessità di mettersi a riparo dalle ripercussioni di uno scandalo simil-Fiorito, come invece sta provando a fare in questi giorni, maldestramente, l’attuale Sindaco Mitrano, che annuncia l’azzeramento dei fondi ai gruppi consiliari a poche settimane dall’approvazione di un Bilancio di Previsione in cui lui stesso e la sua maggioranza gli avevano invece ampiamente confermati. Effetto Fiorito? Ripiegamento populista? Ai gaetani la (poco) ardua sentenza!!

Presidiamo la Democrazia nel Lazio

Dopo Batman Fiorito….Super Attak Polverini

La Polverini vuole mantenere in ostaggio la Regione Lazio fino ad Aprile. Doveva esser lei a mandare “tutti a casa”, ma poi è lei stessa a spalmare una quantità industriale di super attak  sulla poltrona.

Una coerenza impareggiabile, direi.

E’ evidente come per la Polverini gli interessi dei cittadini vengano dopo i suoi poco chiari interessi di bottega.

Il PD non assisterà silente al massacro di un’istituzione, ma organizzerà una grande mobilitazione democratica e di popolo. Faremo piazza pulita!!

Un’altra Direzione per la Regione Lazio è possibile.

“Non siamo tutti uguali”, ci mancherebbe. Sarebbe pure il caso, però, di smetterla di usare questa sacrosanta verità, come scudo per nascondere la polvere sotto il tappetino. Qualche pesante leggerezza e sottovalutazione il nostro Gruppo in Regione Lazio l’ha commessa, inutile e dannoso tentare di negarlo. Insomma, basta difese interne al motto “Non siamo tutti Uguali”.  Lo sappiamo già, lo diciamo anche noi, la nostra base, i nostri circoli, i nostri militanti che sono la nostra interfaccia con l’opinione pubblica e  i problemi reali del Paese. Marchiamo la differenza, ma ammettiamo anche le nostre responsabilità. Non dobbiamo arroccarci, ma lavorare per rendere le nostre differenze dai partiti che rappresentano per vocazione la cattiva politica, un abisso incolmabile. Continuo a pensare che sia buona politica chiedere nel Lazio una vera e percepibile discontinuità con gli ultimi anni. Sarebbe un atto di responsabilità verso i cittadini della nostra Regione. Un messaggio straordinario per riavvicinare gli elettori alla partecipazione democratica, dimostrandogli che il Partito Democratico può rappresentare una speranza concreta per uscire dalla palude economica, sociale e morale in cui la Polverini, la destra e le c.d. bande Fiorito hanno trascinato la Regione Lazio.

La partecipatissima direzione regionale del PD Lazio tenutasi ieri, ha sancito un primo e concreto passo sulla strada del rinnovamento. Gasbarra ha rappresentato bene questa necessità di discontinuità e cambio di passo, proponendo un percorso di rigenerazione serio, ma senza strappi ed epurazioni.  L’unità del partito in questa fase è prerequisito imprescindibile, su questo abbiamo concordato con Gasbarra e le nostre proposte per maggiore trasparenza e qualità eletti, votate all’unanimità, sono lì a dimostrarlo.  Inoltre, non possiamo che condividere anche il “NO” a qualsiasi ipotesi di alleanza con chi è rimasto asserragliato nel bunker della Polverini fino alla resa finale.

Arrivo a Zingaretti.

Nicola è  “senza se e senza ma” una proposta vincente.

La candidatura di Zingaretti è la ciliegina sulla torta, la  garanzia che un rinnovamento si faccia davvero e non rimanga lettera morta. Un Leader politico come lui,  ha il carisma e l’autorevolezza sufficiente per impedire ritorni all’indietro, ripensamenti e stop improvvisi ad un progetto politico credibile di ricostruzione della Regione Lazio.

Ci siamo. Il PD Lazio è pronto. Accendiamo i motori.

Di sotto i testi degli ODG del gruppo ‘ E adesso il PD Lazio’ (presentati da Cristiana Alicata) e che sono stati assunti nella relazione finale del segretario Gasbarra votati all’unanimità dalla Direzione Regionale.

Odg su QUALITA’ E TRASPARENZA ELETTI che richiede:
• La formazione di una commissione regionale che in 30 giorni, a supporto del lavoro della segreteria nella formazione delle liste dei prossimi candidati:

– Stabilisca criteri di selezione dei candidati
– Formalizzi l’impegno di tutti i candidati selezionati a versare la propria quota al partito, ai sensi dello statuto e dei regolamenti finanziari. Tale impegno dovrà essere reso cogente, attraverso norme che prevedano sanzioni in caso di inadempienze a che temporanee, fino all’espulsione dal partito.
– Indichi un limite di spesa per ciascun candidato e lo proporzioni alle spese sostenute complessivamente dal partito
– Regoli e predisponga uno spazio dove rendere trasparenti e tracciabili le spese elettorali, anche attraverso il ricorso a una società di certificazione esterna
– Crei l’anagrafe patrimoniale e professionale dei candidati con dichiarazione dei redditi, quantificazione del patrimonio personal, incarichi professionali e curriculum vitae.

Qui il testo integrale

OdG DI REGOLAMENTAZIONE E ATTUAZIONE della Trasparenza dei pagamenti degli eletti del PD Lazio che prevede, qualora un iscritto al Pd Lazio, eletto a qualsiasi carica amministrativa o politica, non sia in regola con i pagamenti al Pd Lazio dopo due mesi dall’entrata in vigore dell’incarico elettivo, debba sanare il proprio debito entro sessanta giorni dall’accertamento della situazione debitoria e senza alcun condono dell’ammontare.
Qualora non assolva al proprio debito, sia considerato decaduto e non più candidabile nelle liste del Pd.

Qui il testo integrale

OdG sulla Trasparenza dei pagamenti degli eletti del PD Lazio
prevedendo che ogni candidato, a qualsiasi carica amministrativa o politica, e come condizione alla candidatura, firmi una liberatoria in cui acconsenta che il Pd Lazio renda pubblico lo stato dei propri pagamenti e la propria condizione patrimoniale.

Qui il testo integrale