Chi non le produce non le vende, a nessuno.

Renzi e Arabia SauditaSono d’accordo con chi chiede in queste ore di non vendere più armi al Regime Saudita. Sono d’accordo, ma preferirei una misura diversa, non più radicale, ma meno ipocrita e definitiva. Per non vendere più armi in giro per il mondo non dovremmo più costruirle, gli arsenali di tutto il mondo andrebbero svuotati, come chiedeva il Presidente Pertini in un indimenticabile discorso al Paese. Perché, se si continuano a costruire a profusione armi d’assalto, bombe, cacciabombardieri, strumenti di guerra, prima o poi a qualcuno saranno vendute e da altri o dagli stessi usate. La valanga di miliardi che gira attorno al business delle armi è capace di corrompere Stati, persone e alimentare una corruzione mondiale quasi incontrollabile. Questo è semplicemente quello che succede oggi, con il mercato nero delle armi e le triangolazioni tra Paesi, per vederlo basterebbe non fare più gli struzzi e mettere sempre la testa sotto la sabbia. Inizi a dare il buon esempio l’Italia, smettiamola di produrre armi. Subito.

Annunci