Indagine Legalità Sud Pontino

E’ la prima indagine demoscopica sul fenomeno criminale e mafioso nel Basso Lazio, e in particolare nel territorio del Sud Pontino.

Sono stati intervistati 1.873 studenti, su un totale della popolazione studentesca di riferimento di 6.364. Le scuole superiori interessati dallo studio sono situate nei Comuni di Gaeta, Formia, Itri, Minturno, Castelforte, SS. Cosma e Damiano e Spigno Saturnia.

L’iniziativa è stata promossa dalla Cooperativa Sociale Programma 101 ONLUS in collaborazione con lo SPI CGIL, La Rete degli Studenti Medi e ARCI.

Personalmente, sono orgoglioso di aver offerto il mio piccolo contributo (tecnico, da analista) per la realizzazione di questa prima Indagine sulla Legalità nel Sud Pontino.

Lo studio è stato articolato in 4 prospettive, che hanno consentito non solo di indagare a fondo quali sono le percezioni, la conoscenza e le valutazione degli impatti determinati dalla presenza della criminalità organizzata nel territorio,  ma di fornire valutazioni anche di aspetti positivi come: l’interesse e la sensibilità dei ragazzi al tema e alla cultura della legalità.

Per leggere, scaricare e diffondere i risultati dello studio CLICCA QUI

Indagine Legalità 1

Annunci

Primo Campo Antimafia nella Regione Lazio

Lavoro, Legalità, Giovani, Impresa Cooperativa. Quattro cose che rendono il primo campo antimafia nella Regione Lazio, una storia bellissima da raccontare.

PROGRAMMA 101, STARTUP ANTIMAFIA UNDER 25: PRESTO, IL PRIMO CAMPO DELLA REGIONE LAZIO

Programma 101 era il primo personal pc della Olivetti ma per un gruppo di startupper cooperativi è molto di più: è l’emblema dell’innovazione che può essere apportata anche nel sociale, attraverso il rifiuto del malaffare e il rispetto dell’ambiente. “Ispirandoci ai valori di Olivetti, abbiamo deciso di costituire una coop che intende recuperare i territori confiscati alle mafie. Presto nel Lazio daremo vita ad un campo antimafia sui territori confiscati alla camorra”.

Una cooperativa che appartiene alla collettività. “La paura può diventare incoscienza se non è consapevolezza, bisogna imparare a conviverci senza farsi condizionare: seguiamo l’insegnamento di Falcone. Abbiamo paura ma è fisiologico. Non siamo però soli; sentiamo la vicinanza della gente e delle Istituzioni. Abbiamo concepito la Cooperativa come un qualcosa che non ha confini. Non siamo solo in dieci, ma in molti di più perché coinvolgiamo i ragazzi nelle scuole, i cittadini e non solo. E’ una gioia quando le persone che ci aiutano nelle iniziative si presentano come cooperatori della Programma 101, ci emoziona! Siamo orgogliosi di aver fatto della nostra impresa cooperativa una piattaforma democratica a disposizione di tutti”.

Così, Alessandra Arena– classe 1990 – presidente della start up cooperativa Programma 101, racconta l’esperienza della sua impresa che opera nel territorio del Basso Lazio sui territori confiscati alla mafia. La giovane donna alla guida della coop in cui sommando le età dei componenti del CDA non si raggiungono neppure gli anni del Presidente della Repubblica, ci dice: “L’antimafia non è un lavoro ma crediamo fermamente che il lavoro possa nascere dando nuova vita ai patrimoni sottratti alle mafie: è questo che vogliamo far capire alla gente”.

E ci stanno riuscendo. Recupero e manutenzione dei terreni, organizzazione di eventi che promuovano la legalità e il rispetto dell’ambiente e – prossimamente – la sfida più grande: l’organizzazione di un campo antimafia nel Lazio. “Legacoop Lazio sarà nostro partner. L’evento sarà patrocinato dalla Regione Lazio e si terrà sia a Gaeta che a Formia su due terreni che saranno riqualificati – ha detto -. Metteremo in atto il ripristino dell’area che verrà messa in sicurezza e poi faremo tornare i terreni ad una nuova vita produttiva, li reinseriremo in un circuito economico e nel tessuto sociale. Pensiamo ad una vera e propria filiera corta con prodotti bio a km 0. Speriamo che altri giovani si appassionino a questo lavoro!”

LEGGI IL RESTO DELL’ARTICOLO QUI: http://goo.gl/IZPZmU

Per informarsi e partecipare alle attività del campo, vista il sito:  www.campoantimafia.org

campo-antimafia