Un Codice Vendola per fare piazza pulita.

Chi spreca non può chiedere sacrifici. Chi infrange la legge non può legiferare per conto dei cittadini. Dovrebbero essere principi ispiratori della più importante riforma morale e istituzionale di una classe politica di un  Paese che si guarda allo specchio e decide di cambiare, sul serio.

Se condannato mi ritiro dalla vita pubblica“, aveva dichiarato Vendola.

Sono felice della sua assoluzione con formula piena, ma soprattutto perché la sua vicenda segna un punto di non ritorno per la politica italiana. L’Italia soffocata dalla crisi economica ha bisogno di una classe politica e di partiti credibili, adesso. Insomma, l’esempio di Vendola spero riapra una seria riflessione pubblica sull’urgenza di una legge che, senza troppi orpelli e contorte casistiche, stabilisca l’incandidabilità degli indagati e l’esclusione dalle istituzioni democratiche di tutti i politici condannati. Sono temi troppo importanti e non possono esser lasciati ancora nelle mani populistiche di Grillo e del suo mentore Casaleggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...