Il PD abbandoni il culto della sconfitta in Provincia di Latina #2

L’UDC in Provincia di Latina è organico al PDL del Senatore Fazzone. Risulta complicato tracciare addirittura differenze minime e confini distinguibili tra le due forze politiche. Partiti con distanze sul piano nazionale apparentemente incolmabili, trovano invece nella nostra Provincia solidissimi punti di convergenza in nome di un sistema di potere collaudato e pericoloso. Come Partito Democratico, il nostro più grande limite è stato quello di non aver mai definito una politica provinciale delle alleanze, che non significa ridurre l’autonomia decisionale dei territori e dei circoli, ma definire quantomeno dei principi e dei punti programmatici comuni sul quale costruire in tutte le realtà della nostra Provincia un’alternativa credibile al malgoverno del PDL e dello stesso UDC di Michele Forte. Personalmente, non nascondo, che l’asse con l’UDC mi convince davvero poco, e, in Provincia di Latina, lo trovo al limite del suicidio politico. Ma questa mia convinzione vorrei discuterla nel Partito Provinciale, un tema così importante su cui  non esiste ancora una posizione ufficiale. Non aver costruito ancora un profilo politico chiaro sta portando il PD in Provincia di Latina sistematicamente a perdere elezioni amministrative ovunque, non sorprenda quindi nessun dirigente democratico e i vari De Marchis e Moscardelli se, nonostante il crollo nazionale, il PDL nel nostro territorio invece di arretrare, avanza. 27 Comuni amministrati su 33 nella nostra Provincia sono amministrati dal centrodestra, il nostro gruppo in consiglio provinciale negli ultimi 2 anni si è dimezzato, sono dati così desolanti, che avrebbe portato una qualsiasi classe dirigente politica degna di tal nome a mettersi in discussione e aprire una fase politica nuova. Invece, siamo ancora un partito di solisti, ostaggio di dirigenti che non vanno oltre la ricerca di visibilità personale e abilissimi a giustificare solo errori e sconfitte. Una sorta di “culto della sconfitta” che, purtroppo, non sembra turbare più di tanto la segreteria provinciale di Enrico Forte.  Infine, non devono neanche sorprendere, oltre misura, gli attacchi al nostro partito sulla vicenda Cusani del segretario provinciale dell’UDC. Perché, anche su una vicenda così grave, ci siamo mostrati contradditori e confusi. Emblema di questa nostra scarsa lucidità politica è sicuramente l’aver affidato, nelle ore in cui si raccoglievamo le firme in tutta la Provincia per chiedere le dimissioni di Cusani,  il ruolo di capogruppo provinciale del PD proprio all’artefice delle dichiarazioni di assoluzione politica di Cusani per la sua pesante condanna penale.  Un colpo alla credibilità politica di tutto il partito pontino, durissimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...