La Stangata

Il provvedimento più condivisibile di tutta la manovra approvata dalla Giunta Mitrano è l’introduzione della tassa di soggiorno. Si poteva evitare di copiare il regolamento da una nota località invernale italiana, ma questa è un’altra (triste) storia. Il resto della manovra è invece un vera stangata per le famiglie gaetane e le imprese del territorio, senza precedenti. Sono state aumentate  la tassa sui rifiuti, l’addizionale IRPEF, l’IMU sulla prime e seconde case, le tariffe sulla mensa ed il trasporto scolastico che peseranno mediamente, secondo prime autorevoli stime,  per circa 800 Euro l’anno sul bilancio di ogni famiglia gaetana. Saranno colpite le famiglie già in difficoltà e in particolare saranno falcidiati i redditi medio-bassi con un mix micidiale di tasse, imposte, tributi e contributi che prevedono scarsissimi meccanismi di progressività e blandi correttivi in funzione della capacità contributiva. L’incremento pauroso della pressione fiscale  genererà per le casse comunali un extra-gettito di più di 3.000.000 di euro, ma i cittadini non vedranno, quasi sicuramente, migliorati di una virgola i servizi erogati dal Comune. A cosa serviva una manovra così pesante? Cosa andrà a finanziare l’extra-gettito? Forse l’allentamento della lotta all’evasione ed elusione fiscale avviata dalla precedente amministrazione? Nuovi progetti di spesa sociale allegra? Family card? Per ora sono solo supposizioni, ma non può essere diversamente anche perché al bilancio di previsione non sono state allegate le relazioni programmatiche di alcuni settori importanti. Quali? Servizi sociali e sport, per esempio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...