La Pagella dei 3 Candidati Sindaco del Centrosinistra di Gaeta

Giudizi franchi e un po’ tagliati con l’accetta. Ma come noto ai lettori dei giornali sportivi, la pagella del lunedì per i calciatori funziona così, breve descrizione del giudizio e voto perentorio. Ho applicato lo stesso metodo del giornalismo sportivo per l’analisi dei 3 candidati Sindaco del centrosinistra di Gaeta. Tra il serio e il faceto, ecco a voi la mia personalissima pagella.

Antonio Raimondi (VOTO 7+): Il suo limite maggiore è la scarsa attitudine a confrontarsi con i partiti, a tutti i livelli. E’ un candidato di tipo ulivista, di centrosinistra, l’archetipo prodiano, un cattolico progressista, ovvero il miglior candidato di un centrosinistra solitamente vincente alle elezioni di ogni ordine e grado. Sul piano amministrativo, dopo qualche giustificata incertezza iniziale, ha ottenuto buoni risultati e evidenzia ancora positivi margini di miglioramento. Non sostenere la sua candidatura sarebbe un evidente ed estremo atto di tafazzismo politico per il PD e tutto il centrosinistra di Gaeta.

Pina Rosato (VOTO 5): Cattolica alla Binetti. È un ex-margheritina che ha vissuto con travaglio e forse un pò di frustrazione la nascita del Partito Democratico. Ha una visione estremamente correntizia del PD, il bene della sua corrente spesso prevale sugli interessi generali del partito. La sua candidatura è comunque frutto di un percorso politico coerente lungo più di 2 anni, ciò rende la sua candidatura migliore e meno insensata di quella del buon Di Maggio. Coerenza non è però sinonimo di razionalità politica, la sua resta una candidatura debole e poco convincente. Per il bene del PD e del centrosinistra dovrebbe fare un passo indietro.

Salvatore Di Maggio (VOTO 2): Consigliere Provinciale, Dirigente ASL e membro in carica del CDA del Consorzio Industriale del SudPontino. E’ un ex-socialista, non cattolico, un super-conservatore sul piano politico e amministrativo, già sindaco per una manciata di mesi negli anni ’90 (non eletto, erano i tempi in cui i Sindaci erano indicati dal consiglio comunale), ex-assessore a quasi tutti i rami (Bilancio, Lavori Pubblici, Personale, ect..) e un numero indefinito di volte consigliere comunale. Insomma, un candidato chiaramente di sinistra, ma perdente e soprattutto bocciato dagli elettori del centrosinistra alle primarie del 2007. La sua candidatura è insostenibile, incoerente e incomprensibile agli elettori gaetani. In soldoni, di gran lunga la peggiore candidatura in campo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...