La Manovra di Transfughi e Poltronisti

L’Europa si aspettava una manovra che tagliasse spesa pubblica e costi della politica. Andava intensificata la lotta all’evasione fiscale. Andavano cancellati sprechi e privilegi di tutti, politica e vaticano compresi. Invece a pagare sono sempre i soliti e ad essere colpiti sono ancora reddito, investimenti e spesa sociale. L’evasione è per fortuna ormai considerata generalmente una piaga da contrastare. Miliardi di euro che ogni anno sono sottratti al fisco vanno recuperati non per spocchia legalista, ma per rendere la nostra economia più forte, la nostra società più equa e la concorrenza tra le nostre imprese più leale. Allora perché la manovra del Governo va ancora una volta nella direzione sbagliata? Perché a pagare devono essere sempre i soliti? Tutti quesiti sacrosanti, ma non dobbiamo neanche sorprenderci di tali scelte, o almeno io non lo sono per nulla. Un Governo sorretto da una maggioranza di transfughi e poltronisti non può produrre altro, non può certo demolire se stesso cancellando privilegi, corporazioni, enti inutili, seggi parlamentari o posti di sottogoverno. La controriforma del PD è all’altezza della sfida che abbiamo di fronte, ma non sono per nulla ottimista. Dubito fortemente che la manovra proposta dal Governo possa subire cambiamenti sostanziali nel suo passaggio parlamentare. Attendersi qualcosa di positivo da questo Parlamento di nominati è davvero difficile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...