Liberare Gaeta da Acqualatina è possibile.

La legislazione e la giurisprudenza sono favorevoli. Uscire da Acqualatina non significa abbandonare l’Ambito Territoriale Ottimale (ATO4), ma semplicemente optare per una gestione alternativa o semplicemente cambiare gestore. Il Consiglio Comunale di Aprilia con la delibera n°21 di aprile 2010 ha contestato il contratto di gestione del servizio idrico e richiesto de facto ad Acqualatina la restituzione al Comune degli impianti. A Gaeta, come in tutta la Provincia di Latina, l’insoddisfazione verso il gestore Acqualatina è crescente e diffusa. Disservizi, bollette sempre più onerose, indebitamento dell’azionista pubblico e nessun investimento sono i risultati oggettivi raggiunti in questi anni da Acqualatina. Di certo, da una società politicamente collusa con una classe dirigente di centrodestra spregiudicata, clientelare e illegale non si potevano attendere risultati diversi.
Gaeta è tra quei Comuni che, in Provincia di Latina, il suo Consiglio Comunale non ha mai votato il contratto-convenzione per la gestione idrica con Acqualatina. Il Consiglio di Stato ha stabilito che solo i Consigli Comunali (e nessun altro) hanno la facoltà di approvare o meno gli atti fondamentali che regolano i loro rapporti con il gestore, compreso il contratto-convenzione. Gaeta, come decretato dal massimo grado della giustizia amministrativa, ha ancora dunque la possibilità di scegliere se continuare con l’attuale gestione di Acqualatina, o decidere di voltare pagina.
Da tempo agli atti del Consiglio Comunale di Gaeta giace una proposta di delibera d’iniziativa popolare promossa da SEL. Alcuni problemi procedimentali e regolamentari non hanno consentito l’approdo della delibera in Consiglio Comunale. Questa maggioranza civica e di centrosinistra su un tema così importante non può e non deve fermarsi di fronte questioni burocratiche. Non si può indugiare ancora, bisogna rilanciare presto un confronto politico con tutti i partiti del centrosinistra e i movimenti civici per consentire, anche al Consiglio Comunale di Gaeta, di deliberare finalmente sulla gestione di Acqualatina. Bisogna farlo subito, prima che sia troppo tardi.

Annunci

2 thoughts on “Liberare Gaeta da Acqualatina è possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...