Fabio Luciani (PD): “Cedolare Secca Affitti più Ombre che Luci”

Comunicato Stampa del 30-08-2010

«Nella riforma del fisco locale prevista nello schema di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri il 4 agosto scorso c’è molto meno di quello che viene propagandato dal Coordinatore del PDL di Gaeta. Nascono seri dubbi sul fatto che possa garantire la certezza delle risorse e una reale responsabilizzazione degli enti territoriali, nonché molto probabilmente determinerà anche un impatto negativo sull’equità fiscale dovuto al superamento di un sistema fiscale progressivo. Ravviso in questa riforma nel suo complesso più ombre che luci, anche se sono possibili dei correttivi – perché c’è una parte ancora tutta da scrivere» Così in una nota Fabio Luciani, Consigliere Comunale del Partito Democratico, replica alle dichiarazioni rilasciate da Christian Leccese sull’introduzione dal 2011 della cedolare secca sulla locazione degli immobili residenziali.
Esordisce l’esponente del PD – «Al netto della solita e immancabile propaganda in stile berlusconiano, tuttavia osservo nelle affermazioni di Leccese uno spirito costruttivo, che sicuramente faciliterà un auspicabile confronto con le forze opposizione su una materia, che vista la sua complessità, merita una riflessione serie da parte di tutti» – sottolinea il Consigliere del Partito Democratico – «ben vengano tutte le proposte utili, la maggioranza e l’Amministrazione hanno il dovere di valutarle con attenzione, però bisogna evitare comunicati trionfalistici e superficiali, perché siamo di fronte ad una “riforma a metà” che introduce novità non tutte positive, anzi prevalgono perplessità di fondo e molti dubbi sulla sua applicazione pratica» – spiega Luciani – « Nella prima fase la riforma si limita a “devolvere” a beneficio dei comuni il gettito di una serie di imposte erariali che oggi incidono a vario titolo sugli immobili: l’Irpef per la parte relativa ai redditi fondiari, l’imposta di registro e di bollo, l’imposta ipotecaria e catastale, più l’imposta sostitutiva sui canoni di locazione immobiliari. In termini complessivi, l’unica modifica sostanziale introdotta consiste nel fatto che il fondo che alimenta i trasferimenti dello Stato ai Comuni verrebbe finanziato non dalla fiscalità generale, ma esclusivamente dalle stesse imposte municipali sugli immobili. Per quanto previsto fino ad oggi dal federalismo fiscale del Governo Bossi-Berlusconi, il Comune di Gaeta, come del resto tutti i Comuni italiani, non acquisiscono alcuna possibilità di manovra fiscale, quindi sarebbe più corretto parlare di devoluzione di tributi che di federalismo fiscale. La devoluzione dei gettiti di tali tributi erariali non trasferisce ai Comuni alcuna autonomia fiscale in termini di manovrabilità e intervento sulle medesime imposte, le quali paradossalmente restano a pieno titolo tributi erariali» – continua Luciani soffermandosi sull’analisi della cedolare secca relativa alla locazione degli immobili, la cui introduzione è prevista per il 2011 – «è sicuramente la novità più importante, un’imposta proporzionale al posto di una progressiva semplifica il rapporto tributario e in astratto incentiva l’investimento immobiliare da parte dei soggetti con redditi alti, ma l’equità del sistema fiscale si riduce drasticamente. Tuttavia, la semplificazione reale è molto minore di quella annunciata, perché il contribuente che non ha pagato la cedolare, non è automaticamente un evasore, potrebbe comunque assolvere l’imposta dovuta in sede di dichiarazione dei redditi ai fini Irpef, e quindi bisognerà lo stesso avviare controlli simili a quelli attuali». Infine circa lo stimolo di una maggiore offerta di immobili residenziali – sottolinea il Consigliere del PD- «le locazioni a Gaeta, come nel resto del Paese, sono frenate dalla burocrazia più che dal fisco; ovvero dall’indeterminatezza dei tempi di recupero dell’immobile a fine locazione, più che dall’onere tributario».
Conclude il Consigliere Fabio Luciani – «il Partito democratico di Gaeta è pronto su questo tema a confrontarsi apertamente anche con il PDL, abbiamo tra i nostri dirigenti e militanti esperti della materia che possono sicuramente qualificare in maniera positiva il dibattito politico e contribuire fattivamente alle scelte fiscali dell’Amministrazione Comunale».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...