Fabio Luciani (PD): “Dimissioni Bevilacqua, servono iniziative coraggiose per evitare la paralisi”

Comunicato Stampa del 15-07-2010
«La priorità per il PD di Latina è evitare la paralisi completa dopo le dimissioni del segretario provinciale Bevilacqua. il muro contro muro non è utile a nessuno. In questa fase delicata in attesa del congresso servono iniziative coraggiose che verifichino fino in fondo la presenza di condizioni politiche per l’elezione di un nuovo segretario. C’è però bisogno di un confronto aperto, senza veti e preclusioni». Così in una nota Fabio Luciani, esponente del Partito Democratico, commenta la discussione politica che si è aperta in questi giorni in vista della prossima assemblea provinciale del PD.
Fabio Luciani lancia un appello all’unità nel Partito per la gestione di questa fase pre-congressuale – «dobbiamo trovare la forza per abbandonare le ambiguità di formule politiciste che penalizzerebbero il partito in attesa del congresso. In una fase così delicata del nostro Paese e della nostra Provincia non possiamo permetterci modelli burocratici di governance del partito, che quando sperimentati hanno dimostrato di non essere in grado quasi mai di rilanciare l’iniziativa politica del partito, provocando solitamente anche uno scollamento tra base e dirigenza».
Continua Luciani – «Il segretario che sarà eletto per la gestione di questa fase delicata dovrà essere in grado di rappresentare una linea politica più unitaria e condivisa possibile dalle tante sensibilità e opinioni che esistono al nostro interno. Per far ciò non bastano semplici appelli al superamento delle mozioni congressuali, che continuano ad essere un patrimonio culturale del nostro partito, ma diversamente prima di sottoporre all’assemblea nomi e candidature di possibili segretari bisognerebbe identificare alcuni punti politici e programmatici da realizzare nei prossimi mesi fino alla celebrazione del congresso» – sottolinea l’esponente del PD – «Il dibattito che ne scaturirà deve essere il più aperto e trasparente possibile, dobbiamo evitare rese dei conti, spartizioni di posti per quote e mozioni, perché nel Pd che dobbiamo costruire in Provincia di Latina chi merita dovrà avere spazio. Ognuno dovrà essere valorizzato per le proprie capacità, per quello che può fare e, anche ma non solo, per ciò che può rappresentare per i territori e per i vari settori della società pontina».
Fabio Luciani conclude ricordando il ruolo positivo delle mozioni – «Ogni mozione ha intercettato nella nostra Provincia aree di consenso in parte differenti. Questa è una grande risorsa per il Pd, il presupposto per l’apertura di un vero confronto interno per la definizione di una gestione unitaria ma autorevole del partito in questa fase pre-congressuale. In definitiva, ogni mozione ha costruito relazioni profonde nei territori che non debbono essere perse, ma incluse e valorizzate nel partito».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...