Fabio Luciani (PD): “Replica alle Dichiarazione della Consigliera Rosato”

Comunicato Stampa del 13-10-2009

«La Consigliera Rosato sta vivendo in maniera traumatica l’ingresso di due consiglieri comunali tesserati del Partito Democratico nel gruppo consiliare del proprio partito e le dichiarazioni fatte dalla stessa nella massima assise comunale ledono tutti gli iscritti ed elettori del PD».
Luciani continua asserendo che «La Capogruppo dichiara di dover ancora dar conto ai diciannove che, insieme a lei, si sono candidati alle elezioni amministrative del 2007 e che la stessa Margherita, nel corso di quella elezione, ha raccolto più consensi della lista dei DS. Frasi inqualificabili per le quali la stessa Rosato dovrebbe fare pubblica ammenda .Tali rivendicazioni violano l’obbligo sancito dallo statuto nazionale del nostro partito che impone la costituzione del Gruppo del PD in tutti gli enti dove sono presenti nostri rappresentanti. A Gaeta, come sottolineato dalla stessa Cons. Rosato, esiste ancora il Gruppo della Margherita.»
A seguito della mia dichiarazione e di quella del Cons. Fantasia ,di adesione al Gruppo Consiliare del PD, la Rosato ci richiamava anche ad una maggiore partecipazione ai direttivi del circolo locale, ai quali, quando invitati, abbiamo sempre partecipato con grande soddisfazione. In ogni caso, «siamo abituati a questi vaneggiamenti della Rosato. Qualche mese fa ha rilasciato dichiarazioni farneticanti sul non riconoscimento amministrativo di un assessore indicato dallo stesso circolo locale del PD, al quale vai il mio più convinto apprezzamento per l’impegno e gli ottimi risultati raggiunti nell’esercizio delle sue deleghe di competenza.»
La Consigliera Rosato dovrebbe spiegare a tutti gli iscritti ed elettori del PD di Gaeta, perché non vuole riconoscergli il diritto ad avere un gruppo consiliare, continuando a dichiararsi di un Partito confluito nello stesso PD, quindi lo stesso non esiste più sia da un punto di vista politico sia giuridico.
Inoltre,sottolinea il Consigliere del PD, «Dovrebbe spiegare a tutti i dirigenti di partito perché negli ultimi 18 mesi ha votato costantemente in consiglio comunale contro quasi tutti gli atti e le deliberazioni approvate dall’attuale maggioranza, con una media ormai consolidata che la vede votare contro, astenersi o abbandonare l’aula nel 90% circa dei casi. Chiedo alla Rosato se queste decisioni e bocciature dei provvedimenti dell’amministrazione Raimondi siano state concordate con il Segretario e il Direttivo del Circolo o sono state frutto di sue personali valutazioni. »
Dichiara il consigliere del PD «non ho mai sentito muovere critiche verso l’opposizione di centro-destra, anzi, si trova quasi sempre a condividere con loro emendamenti e posizioni in consiglio comunale. Nell’ultimo consiglio è arrivata a tributare un convinto applauso ad una presentazione proiettata in aula consiliare da un esponente della PDL. La proiezione riportava il simbolo del partito di Berlusconi e che ovviamente criticava nel merito la nostra amministrazione» a tutto ciò si aggiungono «Nessuna indignazione sul “Caso Fondi” o critiche sulla gestione fallimentare di AcquaLatina, alcuna difesa per gli atti amministrativi di maggioranza»
Caso particolare è quello del Liceo Scientifico E. Fermi di Gaeta. «Nessun rimprovero ai ritardi decennali della Amministrazione Provinciale del Presidente Cusani, ma critiche all’amministrazione, che sulla questione, come riconosciuto dall’Assessore Provinciale Schiboni, anche se non ha competenze specifiche in materia, sta facendo molto, accollandosi interventi onerosi pur di risolvere il problema.»
Luciani, invita la Rosato ad un maggior senso di responsabilità verso il partito. «Sono convinto che il senso di responsabilità verso la Città possa rasserenare gli animi portandoci a lavorare insieme per la costruzione di un Partito Democratico più radicato, popolare e maggiormente in grado di contribuire allo sviluppo del nostro territorio. Sono convinto che un PD coeso e rafforzato possa orientare maggiormente le scelte amministrative rimettendo al centro del dibattito politico la questione della vivibilità delle periferie, il rilancio dell’economia del mare e la realizzazione dei grandi progetti di riqualificazione Urbana.»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...